I 'Libri per Strada' 2011 - tutti gli ospiti di Comic House!

Categoria principale: Indice libreria del fumetto
Creato Mercoledì, 18 Maggio 2011 16:42
Ultima modifica il Mercoledì, 20 Marzo 2013 21:37
Pubblicato Mercoledì, 18 Maggio 2011 16:42
Scritto da Comic House
Visite: 6556
AddThis Social Bookmark Button

Arriva alla XX edizione la rassegna "I Libri per Strada" (Sarzana, piazza Luni, 28 maggio-5 giugno 2011), e Comic House partecipa per la 12° volta consecutiva. Ecco gli appuntamenti di quest'anno con il fumetto!

Martedì 31 maggio, alle ore 21.30, saranno nostri ospiti WU MING 2, Giuseppe CAMUNCOLI e Stefano LANDINI, che presenteranno 'Pontiac - Storia di una Rivolta' (Vincent Books, 2010), libro+CD audio che prende spunto dal libro 'Manituana', scritto dal Collettivo Wu Ming, per raccontare un episodio fondamentale nella storia della Rivoluzione Americana.

Si prosegue venerdì 3 giugno, sempre alle 21.30, con Davide BARZI e Werner MARESTA, autori di 'Don Camillo a Fumetti - vol. 1' (ReNoir, 2011). Il progetto prevede la realizzazione, in 4 volumi, di tutti gli episodi del celebre personaggio inventato da Guareschi, realizzati a fumetti da un team creativo diretto da Barzi, autore delle sceneggiature.

Gran finale per la parte "a fumetti" della rassegna sabato 4 giugno alle 21.30. Celebreremo i 150 anni dell'Unità d'Italia con un'accoppiata di autori e di volumi a tema storico. Saranno con noi Tuono PETTINATO ed il suo 'Garibaldi', resoconto ironico delle avventure del celebre condottiero e Niccolò STORAI, autore assieme al noto cantautore Simone Cristicchi di 'Li Romani in Russia', trasposizione dell'omonimo poema di Elia Marcelli (entrambi i volumi editi da Rizzoli/Lizard, 2010).

Clicca sulle immagini per le biografie degli autori!!!

 



WU MING 2, Giuseppe CAMUNCOLI e Stefano LANDINI (martedì 31 maggio, ore 21.30, piazza Luni)


WU MING
(per esteso: Wu Ming Foundation) è un collettivo di scrittori provenienti dalla sezione bolognese del Luther Blissett Project (1994-1999), divenuto celebre con il romanzo Q.
Nonostante vengano spesso definiti “autori bolognesi”, l’unico del gruppo ad essere effettivamente nato a Bologna è Wu Ming 2, al secolo Giovanni Cattabriga.
A differenza dello pseudonimo aperto "Luther Blissett", "Wu Ming" indica un preciso nucleo di persone, attivo e presente sulle scene culturali dal gennaio del 2000. Il gruppo è autore di numerosi romanzi, tradotti e pubblicati in molti paesi, ritenuti parte del corpus (o "nebulosa") del New Italian Epic. 
La parola “Wu Ming”, in cinese mandarino, significa “senza nome”. Il nome d'arte è inteso tanto come tributo alla dissidenza ("Wu Ming" è un modo di firmarsi frequente presso i cittadini cinesi che chiedono democrazia e libertà di parola) quanto come rifiuto dei meccanismi che trasformano lo scrittore in divo. 
A questa scelta si lega anche la particolare posizione degli autori in ordine al diritto d'autore: tutte le opere di Wu Ming sono infatti pubblicate sotto licenza Creative Commons e dal sito ufficiale del gruppo è possibile scaricare i testi integrali, per i quali è consentita una riproduzione (totale o parziale) in qualunque formato, ed a scopi non commerciali.
Il gruppo ha pubblicato sei romanzi corali, ed alcuni dei suoi membri hanno anche pubblicato materiale “solista”. Wu Ming 2 ha pubblicato, nel 2004, il romanzo Guerra agli Umani, e nel 2010 Pontiac – Storia di una Rivolta (Vincent Books), che vede come protagonista uno dei personaggi del romanzo corale Manituana.
QUI trovate il sito ufficiale di Wu Ming Foundation.

Autodidatta e amante del disegno fin da piccolo, Giuseppe CAMUNCOLI frequenta nel 1990 un corso di fumetti tenuto da Onofrio Catacchio e fonda, a conclusione del corso, insieme agli altri studenti, un laboratorio di fumetto e una rivista, Arena - di cui usciranno soltanto 3 numeri - in cui avverrà il suo primissimo esordio. 
Il debutto come professionista avviene però nel 1997 con Bonerest, scritto da Matteo Casali, con il quale forma lo studio Innocent Victim. In seguito pubblica due episodi della serie Quebrada, ma soprattutto grazie alla pubblicazione in volume di Bonerest ad opera della Magic Press, Camuncoli si propone al mercato statunitense. Si reca per tre anni di seguito alla Comic-Con di San Diego, finché non viene notato. 
Dal novembre 2000, infatti, inizia a collaborare con la DC Comics, per cui realizza vari numeri delle serie Vertigo più importanti, come Swamp Thing, Hellblazer, la miniserie Vertigo Pop: Bangkok. Ha realizzato anche alcuni numeri di Batgirl. Nel 2002 lavora anche per la Marvel Comics a una storia di Spiderman's Tangled Web, scritta da Brian Azzarello. 
È il copertinista ufficiale dell'edizione italiana (saldaPress) del manga Tiger Mask
Nel 2006/2007 lavora a 2 numeri della serie 52 della DC Comics, e nel 2008 ad una nuova serie di Hellblazer.
Nel 2007 Quebrada viene ristampato in volume unico a cura di Edizioni BD.
Nell'ottobre 2007 è uscita per Guanda la sua prima graphic novel Il Vangelo del Coyote, su testi di Gianluca Morozzi, a questa seguono l'adattamento a fumetti del romanzo di Luciano Ligabue La Nevese ne Frega (Panini Comics) e il seguito della serie creata da Hugo Pratt Gli Scorpioni del Deserto (Rizzoli/Lizard), entrambi su testi di Matteo Casali.
Da ottobre 2008 è direttore artistico della Scuola Internazionale di Comics, Accademia delle Arti Figurative e Digitali, sede di Reggio Emilia.
Nel 2009 lavora per la prima volta con Sergio Bonelli Editore, disegnando una breve storia per il terzo Dylan Dog Color Fest su testi di Tito Faraci,  e alcuni numeri della miniserie Dark Wolverine (Marvel).
È attualmente disegnatore ufficiale della serie DC Comics Hellblazer.

Stefano LANDINI nasce a Sassuolo nel 1977. Pubblica i suoi primi lavori come professionista nel 2003 con Eura Editoriale, con la quale continua a collaborare negli anni successivi disegnando albi di Detective Dante e John Doe.
Nel 2007 realizza per Becco Giallo La Banda della Magliana e successivamente inizia la collaborazione come finisher con Giuseppe Camuncoli per Marvel e Dc Comics.
Attualmente è al lavoro sulla serie Hellblazer (Dc Comics) e C’era una volta Leone (Edizioni Bd).

"...Pontiac è la versione francese del mone Obwandiyag, capo guerriero degli Ottawa, una delle nazioni originarie della zona dei Grandi Laghi. Passato alla storia per aver condotto una grande rivolta indigena contro gli inglesi, oggi gli studiosi sono cauti nell'attribuirgli un ruolo di spicco. Il suo nome sopravvive oggi in un'automobile della General Motors e in tre cittadine in Michigan, Illinois, Quebec."

 

La copertina di Pontiac, edito da Vincent Books

 



Davide BARZI
e Werner MARESTA (venerdì 3 giugno, ore 21.30, piazza Luni)

 


Davide BARZI
è scrittore, sceneggiatore e storico del fumetto. Collabora con diversi editori tra cui Sergio Bonelli Editore, Edizioni BD, Panini Comics. Tra le altre cose, ha curato il volume Tito Faraci – per scrivere fumetti per Coniglio Editore, il saggio Leo Cimpellin/Leo Ortolani per Edizioni IF e Le regine del terrore – Le ragazze della Milano bene che inventarono Diabolik per Edizioni BD.
Sempre per BD, nel 2008, esce il volume Il teatrino delle bambole morte in cui la prosa di Davide è accompagnata dai disegni di Giovanni Rigano. Fra le ultime fatiche ricordiamo G&G (Renoir Comics), graphic novel sulla vita e le musiche di Giorgio Gaber, nonché sempre di Renoir Comics, Don Camillo a fumetti, trasposizione delle celebri avventure del bizzarro prete e del suo rivale Peppone. Gli straordinari racconti che Giovannino Guareschi ha scritto tra il 1946 e il 1966 ancora non avevano una versione a fumetti.
QUI trovate il suo blog.

Werner MARESTA inizia a lavorare nel mondo del fumetto nel 1998, collaborando con alcuni autori dell'editore Sergio Bonelli in qualità di assistente. Nel 1999 partecipa alla realizzazione grafica della miniserie "Arkhain" (Marvel Italia) di Lorenzo Calza e Stefano Raffaele. La collaborazione con Raffaele continua poi su vari albi per il mercato francese e statunitense (Les Humanoïdes Associés, Marvel, SevenSept). Nel 2005 disegna La vita di Giovanni Paolo II a fumetti su testi dello sceneggiatore Alessandro Mainardi, seguito nel 2006 da La vita di San Riccardo Pampuri a fumetti, sempre su testi di Mainardi. Del 2007 è il primo volume della serie di fantascienza La dernière nuit, scritta da Giovanni Gualdoni e Marco Belli e pubblicata in Francia da Clair de Lune, di cui uscirà l'anno successivo il secondo e conclusivo volume. Dal 2008 entra a far parte dello staff di disegnatori di Caravan, miniserie di Michele Medda per Bonelli, di cui disegna il quarto albo (La storia di Carrie) e parte dell'ottavo, in collaborazione con Maurizio Gradin.
Nel 2011 esce, per l'editore ReNoir, il primo volume di "Don Camillo a Fumetti", nel quale sono presenti svariati episodi da lui disegnati.
QUI il sito ufficiale dell'autore.
QUI il suo blog.

 

Il primo volume del "Don Camillo" a fumetti!

 



Tuono PETTINATO e Niccolò STORAI (sabato 4 giugno, ore 21.30, piazza Luni)


Tuono PETTINATO
(Andrea Paggiaro, '76), formatosi a Bologna all'Accademia Drosselmeier per editor e librai per l'infanzia, realizza albi autoprodotti di fumetti underground e disegna sulla rivista Hobby Comics assieme al suo team, i Superamici. Per Repubblica XL realizza la serie i Ricattacchiotti. Tra le sue più recenti pubblicazioni a fumetti, le collaborazioni a Resistenze (BeccoGiallo), Fortezza Europa (Coniglio / Radio Sherwood), Sventurata la terra che ha bisogno di (super)eroi (INDaYs comix), Futuro Anteriore: Blu, i colori del fumetto (Centro Fumetto Andrea Pazienza / Napoli COMICON), Bonaventura: i casi e le fortune di un eroe gentile (Orecchio Acerbo / Hamelin). Di recente ha pubblicato la graphic novel Garibaldi per Rizzoli/Lizard.
QUI il suo blog.

Niccolò STORAI, fumettista e animatore, vive e lavora a Prato. Ha pubblicato sulle riviste Heavy Metal (USA), Forno Magazine (Israele), Slow Food, Mono (Tunué), Up. Ha curato i volumi Killers e Lucio Fulci–Tributo al poeta del Macabro (con C. Calia e M. Perissinotto). Ha collaborato con le antologie Monstars (NPe) e SherwoodComix (su testi di F. Matteuzzi). E’ colorista della serie Il Giornalino della Jungla di Roberto Totaro (su Il Giornalino). Ha illustrato i libri per l’infanzia L’imbuto di latta di Paolo Seganti (Masso delle Fate) e C’era una volta un mercante di Margherita romagnoli (Piano B). Insegna in laboratori di disegno, illustrazione e fumetto per bambini presso il Centro per l’arte contemporanea "Luigi Pecci" di Prato. Con gli animatori Riccardo Corsi e Marco Morresi ha fondato lo studio Dramph, che realizza animazioni e commercial per televisioni nazionali e locali.
Di recente ha pubblicato Quartieri per l'editore Tunuè, e Li Romani in Russia (trasposizione del poema di Elia Marcelli, ad opera di Simone Cristicchi) per Rizzoli/Lizard.
QUI il suo blog.